NEWS

"LE DIFFERENZE FANNO... LA DIFFERENZA"

Vi invitiamo a passare una serata in ottima compagnia...
"LE DIFFERENZE FANNO...

LA DIFFERENZA"
Alessia Canducci e Alfonso Cuccurullo in un bellissimo spettacolo di narrazione.
Venerdì 19 ottobre - ore 21
Auditorium "Principato di Monaco" - San Possidonio, Via Focherini 3.
INGRESSO LIBERO

0 Commenti

Messer Ludovico Ariosto “quasi” Furioso

MESSER LUDOVICO ARIOSTO "QUASI" FURIOSO
spettacolo di teatro di narrazione per un attore/narratore e due musicisti/rumoristi

adatto dai 14 ai 104 anni
ingresso libero

con
Pierre Campagnoli - voce narrante e svariate freddure sardoniche
Matteo Papagna - violino, chitarra, campanaccio
Lucia Luna Gallina - violoncello, ukulele, trombette
Elena Pelliccioni - tecniche e canzoni romantiche su richiesta
Alessandra Bucchi - tecniche e felicità


Chi è Ludovico Ariosto? Un cortigiano per necessità economiche, un diplomatico intelligente e cauto sfruttato per missioni pericolose e sgangherate, un amante della tranquillità̀ costretto controvoglia a spostarsi dalla sua amata Ferrara, un poeta pazzo d’amore, un contemplativo, un sognatore, un distratto, un astante arguto, un intellettuale capace di analizzare nel profondo l’irrazionalità̀ delle passioni umane e l’assurdità̀ delle ambizioni; ma è anche l’abile e geniale autore dell’Orlando Furioso, un poema epico-cavalleresco multiforme senza inizio e senza fine, trionfo di comicità̀, libertà inventiva e innovazione narrativa.
Si tenterà, in un guazzabuglio accuratissimo e ironico, di rimettere in discussione, a cinquecento(due) anni di distanza dalla pubblicazione della prima edizione dell'Orlando Furioso, la personalità pop e multiforme di Messer Ludovico Ariosto, stralunato gentiluomo ferrarese del Millecinquecento.

0 Commenti

Una nuova biblioteca, passo dopo passo...

Su di noi

Nel mese di ottobre 2014 ha riaperto la Biblioteca Comunale di San Possidonio, la nuova sede si trova nel polo scolastico a fianco delle scuole e dell’Auditorium “Principato di Monaco”.

La biblioteca è ad accesso libero, ha un patrimonio di carattere generale e moderno collocato a scaffale aperto. Per usufruire dei servizi di prestito è necessario essere iscritti alla biblioteca o ad una biblioteca del Polo bibliotecario modenese. L'iscrizione è gratuita e si effettua di persona presentando un documento d'identità valido al banco del prestito.

La struttura è stata realizzata grazie ai tanti aiuti ricevuti dopo il sisma di maggio 2012, inizialmente utilizzata come scuola d’infanzia, è poi stata adibita a biblioteca, ed attrezzata con nuovi arredamenti e moderne attrezzature.

La sezione ragazzi è suddivisa in 2 sale, una dedicata ai più piccoli, con zona “morbida” in cui poter leggere comodamente, ed una dedicata agli studenti, con tavoli in cui poter studiare o leggere.

La sezione adulti della Biblioteca comprende una vasta area dedicata alla narrativa, una alla saggistica, una sezione di storia locale e un fondo “Onorevole Gina Borellini”.

Sono presenti 3 postazioni PC con servizio internet ed è dotata di connessione Wi-Fi, entrambi gratuiti. Per utilizzarli è necessario accreditarsi al sistema regionale WISPER, utilizzando il proprio codice fiscale e il proprio numero di telefono cellulare. E' possibile ottenere un'utenza definitiva utilizzabile in tutte le biblioteche della Regione Emilia-Romagna.

La Biblioteca svolge inoltre attività di promozione culturale, collabora con la scuola locale e con gli asili presenti sul territorio Comunale per l'organizzazione di iniziative di promozione alla lettura.

Uno spazio dove leggere, studiare e rilassarsi per i grandi e per i bambini.